CURE KNEIPP

ANCHE SENZA SAUNA

La pelle è un organo. In molti ormai lo sanno, ma pochi sanno come trattarla in quanto tale. 

Specialmente quando si hanno problemi di salute la pelle può esserci di grande aiuto per eliminare , attraverso la sua attivazione, tossine e scorie. Inoltre può aiutarci a rimanere ossigenati meglio, se manteniamo i pori attivi e liberi. 

Infatti, se l’intestino è il nostro “secondo cervello” la pelle è il nostro terzo polmone. 

Con le cure Kneipp si possono migliorare diverse malattie e disturbi, si tratta di andare a riattivare la pelle “dormiente” e di predisporla  al rilascio di tossine. 

Quando passiamo dal caldo al freddo, se la pelle reagisce e diventa rossa, è un buon segno! se rimane quasi dello stesso colore bisognerebbe insistere con le cure Kneipp per migliorare il suo stato. 

Come sempre trovate nella sezione Buyemma il libro che parla approfonditamente dell’argomento.

Ho fatto queste cure per anni in passato e mi hanno aiutato molto anche a tenere botta ai farmaci. 

 

 

 

una buona alternativa alla sauna+getto freddo (e da fare tutti i giorni a casa) è fare docce alternate caldo/freddo. 

in questo caso si ottengono risultati essendo costanti, deve diventare un’abitudine quotidiana.

La tecnica è di raffreddare “ad urto” velocemente le zone del corpo, più l’acqua è ghiacciata più si ha l’effetto desiderato. Lo scopo non è prendere freddo, ma raffreddare temporaneamente e velocemente. Infatti se l’acqua è tiepida e la pratica si fa durare più di un tot non va bene. Si prenderà freddo e la pelle comunque non sarà attivata. (Col rischio di prendersi un raffreddore)

Breve e intenso. Così il corpo (per reazione) anzi che raffreddarsi si scalda. Infatti non si deve percepire freddo quando si ha finito, ma si dovrebbe avere una sensazione di calore.

Io lo faccio quasi ogni giorno e oltre all’effetto sul corpo migliora anche la mente e mi sento più “scarica” dalle tensioni.

foto horror ma solo per far vedere come dovrebbe diventare la pelle appena finito.

si può fare su tutto il corpo o solo su zone come: – braccia -gambe -pancia e genitali (questa zona è importantissima da raffreddare, facendo una sorta di bagno derivativo, parlerò anche di questo) -testa e faccia. 

Se vi spaventa fare tutto il corpo insieme cominciate da piccole zone, 30 sec a zona di getto freddo. Non saltate mai la testa, potrebbe accumularsi lì tutto il calore del corpo se non la raffreddate e potrebbe venirvi mal di testa o sentirvi girare. 

COME COMINCIARE: partiamo pianino, senza raffreddare l’acqua del tutto se non ce la sentiamo. Facciamo sperimenti e non spingiamoci mai oltre quello che ci porta beneficio. Ascoltarsi e capire se possiamo sforzarci perché poi ci sentiremo meglio o se dobbiamo fermarci perché stiamo andando oltre è fondamentale, sopratutto d’inverno non è necessario per i primi tempi usare SOLO il getto freddo.. si può miscelare la temperatura affinché si percepisca comunque fredda (più fredda è meglio è) ma non da stare male. Col tempo si arriverà ad usare il getto freddo al 100%. Con la cornetta della doccia fate scorrere l’acqua dal basso verso l’alto e ancora verso il basso su gambe e braccia (come si vede nelle immagini). Sulla pancia e altre zone potete tenere il getto fisso x 30 sec. o finché la pelle è bella rossa e fredda. 

Includete sempre anche la testa! 

potete ripetere, tornando all’acqua molto calda (o in sauna) e passando di nuovo a quella gelata. 

E’ consigliato finire con la fase fredda!

SHOP

AFF. LINK

it_ITIT_IT